LA VOCE SU U.A.700

Alla solita ora, camminava lungo il corridoio, varcava la soglia della saletta ricreativa esedeva sulla poltrona di pelle sintetica. Poteva scegliere se indossare la cuffia, che del restonon aveva mai smesso di funzionare, ma da lunghi mesi ormai, all’interno dell’intero moduloU.A.700, le conversazioni tra i due non potevano essere udite da altri. Dal giorno del guastoirreparabile, dalla cessazione di tutte … Continua a leggere