OUTRO

Ogni tanto salta fuori qualcuno, apparentemente da quel niente che in fondo e`la parte della realta`che trascuriamo, e che faremmo bene a continuare nel trascurarla, pronto a giurare un affetto autentico e incondizionato. Ogni tanto salta fuori un essere che confondiamo, illudendoci volentieri, con un angelo dotato di inumana capacita`di comprendere, di ascoltare, di amare. Ma se il centro della vita e`un cuore, questo e`un cuore cinico e malvagio. Come usa fare il cinico, il subdolo torturatore, la vita si serve del bisogno naturale di ognuno di noi per prendere l’energia che abita l’umano. La morte, talvolta scelta con lucida rassegnazione e fraintesa in quanto apparente allontanamento dai tentacoli del cinismo, non e`che la conseguenza della fine delle energie. «Ogni amore finisce»: e` lo stesso che dire «ogni futuro aguzzino getta la sua maschera». Nessuno desidera l’oblio quanto l’amante abbandonato: egli e`il vero Manfred di Lord Byron, il persecutore di se stesso che in modo distorto (ma neanche troppo), cerca un narcotico consolatore. Il cieco non aveva visto realmente, il Messia lo aveva sedotto con un trucco; lo zoppo dovra`tornare al bastone; il figliol prodigo, dopo il lauto pasto consumato nella casa paterna, tornera`alle dissolutezze. Il compimento non esiste se non nella fine della linfa: talvolta moriamo prima ancora di spirare, allora quel corpo senza linfa provvede da solo a soffocare il respiro. Non si incolpi chi sceglie: l’amante-aguzzino ha gia`trovato la sua prossima vittima.

OUTROultima modifica: 2012-06-08T18:17:35+02:00da bass-cocteau
Reposta per primo quest’articolo